Mazzeo: «Depuratore di contrada Penni, necessaria una verifica»

Sabato 01 Novembre 2008 01:00
Stampa
Il gruppo consiliare di opposizione ‘Unità democratica per il Comune’ ha inviato una nota all’Arpac di Benevento e al Comando della stazione forestale di Ceppaloni, per chiedere un intervento di verifica del funzionamento dell’impianto di depurazione ubicato in contrada Penni di Ceppaloni.

I motivi di tale richiesta, in base a quanto evidenziano i consigliere di minoranza nella stessa nota, sarebbero “le continue lamentele dei cittadini, il cattivo odore emanato dal depuratore e la costante inattività dell’impianto in oggetto”.

Fonte: Il Sanio Quotidiano

Pertanto, l’opposizione al fine di “evitare spiacevoli inconvenienti per tutta la popolazione” ha chiesto agli uffici sopra citati, per ciò che concerne le proprie competenze, “un immediato intervento per verificare il corretto funzionamento dell’impianto di depurazione di contrada Penni”.

A farsi portavoce del gruppo ‘Unità democratica per il Comune’ è il consigliere Giuseppe Mazzeo, il quale sottolinea: “In considerazione dei molteplici reati ambientali che si sono verificati nella zona, abbiamo ritenuto opportuno sollecitare un controllo dell’impianto di depurazione per evitare eventuali ed ulteriori reati e conseguenti danni ambientali al territorio e alla sua popolazione”.

Mazzeo, però, si dice “fiducioso in un tempestivo intervento delle parti chiamate a vigilare. Sono certo – afferma - che l’Arpac di Benevento non farà attendere il proprio intervento visto l’importanza del caso, e che anche i colleghi del Corpo forestale di San Giovanni (al quale va il plauso del mio gruppo consiliare per le ultime operazioni eseguite sul territorio e con il quale speriamo di avviare una fattiva collaborazione) attiveranno tutte le risorse a disposizione per indagare sul corretto funzionamento del depuratore”.
Poi, l’esponente di opposizione si rivolge direttamente ai cittadini ai quali fa un appello, invitando “tutta la popolazione, chiunque fosse a conoscenza di reati, a non tacere e a denunciare il fatto alle autorità competenti e se impossibilitati, per qualunque tipo di ragione, a contattare la compagine consiliare ‘Unità democratica per il Comune’ affinché possiamo attivare tempestivamente tutti gli organi di controllo”.

Infine, il consigliere comunica che il gruppo di minoranza “parte da contrada Penni, ma allargherà la richiesta di verifica e di controllo per tutti gli impianti di depurazione del comune”.