De Camillis: «Mastella tutela Chianche e non Casalduni»

Martedì 11 Dicembre 2007 01:00
Stampa
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 
Iter travagliato, com'era prevedibile, per la realizzazione del sito per il trattamento dei rifiuti a Casalduni, nell'area ex fungaia adiacente l'impianto Cdr.


Nella tarda mattinata di ieri, gli operai della ditta napoletana che sta allestendo il sito per conto del Commissariato straordinario hanno interrotto le operazioni di bonifica dell'area che stavano portando avanti già da due giorni per effetto della notifica dell'ordinanza con la quale il sindaco Raimondo Mazzarelli ha disposto la sospensione immediata delle operazioni.


L'atto è stato notificato dal segretario generale del Comune, alla presenza dei vigili urbani, dei carabinieri e degli agenti della digos.


Dispute istituzionali a parte (già oggi i lavori potrebbero riprendere a seguito di una nuova ordinanza del Commissario Pansa), la questione Casalduni ha già tutti i crismi del caso politico.


Il sindaco di Fragneto Monforte, Luigi De Camillis, autosospesosi dall'Udeur nelle scorse settimane, attacca duramente tutti i vertici del Campanile:

Fonte: Il Sannio Quotidiano
 
“Apprendo che Clemente Mastella e Sandra Lonardo – dichiara De Camillis – si sono dichiarati insieme al Comune di Ceppaloni, nettamente contrari alla realizzazione del sito per ecoballe di Chianche. Nelle scorse settimane avevo denunciato la scelta di Casalduni, auspicando che i vertici dell'Udeur prendessero posizione contro una indicazione che andava a penalizzare ancora una volta questi territori. Se si eccettua una breve dichiarazione dell'onorevole Errico, peraltro tardiva, dall'Udeur non si è levata una sola voce di solidarietà verso queste terre martoriate. Devo rilevare quindi che per i massimi vertici del mio ormai ex partito è più importante prendere posizione contro la localizzazione di rifiuti in un comune irpino che in un centro sannita. Voglio invece ringraziare pubblicamente – conclude il sindaco di Fragneto Monforte – Luca Colasanto e Forza Italia, gli unici che si sono mostrati veramente vicini a questo territorio”.