Centri storici, pioggia di fondi per la riqualificazione

Lunedì 12 Novembre 2007 19:51
Stampa
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 
Riqualificazione dei centri urbani, arrivano le risorse.


Fonte Il Sannio Quotidiano


Nell’ambito della Intesa istituzionale di programma tra la Regione Campania e la Provincia di Benevento, sono stati finanziati i seguenti interventi:


- Amorosi: ristrutturazione e riqualificazione di Palazzo Maturi e piazza Umberto I ed aree annesse - 1° lotto (500mila euro);
- Apice: lavori di adeguamento funzionale e riqualificazione del nuovo centro urbano (500mila euro);
- Apollosa: riqualificazione del Centro urbano per esposizione e promozione di prodotti tipici locali (520mila euro);
- Bucciano: recupero e valorizzazione del complesso monastico Madonna del Taburno (520mila euro);
- Calvi: Palazzo Federico II - Centro servizi polivalente per un importo di 500.000,00 Euro;
- Castelfranco in Miscano: recupero di un edificio per la realizzazione di un centro culturale ee di valorizzazione di prodotti tipici (520mila euro);
- Ceppaloni: ristrutturazione di un edificio da adibire a Centro di Educazione Ambientale (600mila euro);
- Fragneto l’Abate: ristrutturazione edilizia e arredo urbano (600mila euro);
- Circello: ristrutturazione di aree poste in centro storico (500mila euro);
- Guardia Sanframondi: realizzazione di un Museo entomologico (600mila euro);
- Melizzano: lavori ristrutturazione della Casa Municipale (600mila euro);
- Moiano: realizzazione in località Luzzano del Museo del presepe quale prodromo del polo della Valle Caudina in miniatura (500mila euro);
- Morcone: riqualificazione del centro storico (500mila euro);
- Reino: itinerario culturale del regio tratturo: riqualificazione della rupe del castello del regno e dell’area ripariale del torrente Reinello (500mila euro);
- San Lorenzello: realizzazione di Passerelle sul Titerno (600mila euro);
- San Lorenzo Maggiore: ristrutturazione del Convento benedettino in c.da Piana da adibire a centro di ricerca studio e mostra del paesaggio rurale (500mila euro);
- San Martino Sannita: recupero del centro abitato in Cucciano Superiore per la promozione di prodotti tipici locali (500mila euro);
- San Nazzaro: lavori di ristrutturazione e restauro del Casino Urcioli per destinarlo a laboratorio artigianale del tombolo e del ricamo (500mila euro);
- Sant’Agata de’ Goti: lavori di ristrutturazione e riqualificazione di una sala cinematografica per attività multifunzionale (600mila euro);
- Santa Croce del Sannio: Museo della transumanza e conservazione della tradizione pastorale (650mila euro);
- Taburno: Stazione enogastronomia dell’Aglianico. Centro di servizi alla persona: area bus e caravan service (980mila euro).