Sport - Carmelo Imbriani al Benevento

E-mail Stampa PDF
Dopo la vittoria più bella di questo avvio di stagione, Spatola, come da promessa, si è «regalato» Carmelo Imbriani.

Fonte il mattino

Dopo la vittoria più bella di questo avvio di stagione, Spatola, come da promessa, si è "regalato" Carmelo Imbriani. Il ventiseienne attaccante di S. Giovanni Ceppaloni, come preannunciato, ieri mattina in sede ha firmato il contratto che lo lega al Benevento fino al 30 giugno del 2003. All’incontro hanno preso parte il procuratore dell’atleta Pellegrino Mastella, lo stesso Spatola ed il consulente di mercato Dionisio. Al di là dell’interrogativo che molti si pongono sull’ingaggio del forte e possente atleta che ha giocato giovanissimo in serie A e fino allo scorso anno tra i cadetti, diciamo subito che si tratta di «un plus". Imbriani che è un esterno offensivo di fascia destra ma che può essere adattato anche da seconda punta, si sta allenando da tre settimane coi giallorossi. Il suo contratto è stato depositato già ieri in Lega, pertanto domenica a Martina Franca potrà già debuttare. Queste le prime dichiarazioni in giallorosso da parte dell’ex ”Game Boy”, atleta noto da sempre per la serietà e la sincerità. «Sono felicissimo, sicuramente ho fatto la scelta migliore anche perchè ho una grande voglia di ricominciare, da Benevento voglio partire per una nuova avventura con una grande annata che faccia soprattutto il bene della squadra giallorossa della quale sono stato sempre un tifoso e non lo dico per retorica. Trovo una squadra giovane che ha fame di risultati e di affermazioni e se proprio volete saperlo tra i motivi che mi hanno spinto a firmare proprio lo staff tecnico ed i compagni, sono eccezionali. Formano un gruppo meraviglioso che proprio col Crotone ha dimostrato di avere attributi, non solo dominando nel primo tempo, ma sapendo soffrire nella ripresa. E tutto questo mi conforta per il futuro. Il motivo d’orgoglio maggiore - continua Imbriani - è proprio quello di avere la fiducia di tutti ed io in queste condizioni psicologiche ho sempre reso al massimo e sarà una gioia doppia rendermi utile. Del resto è evidente che in questa squadra mi vedo bene, altrimenti non avrei fatto questa scelta e sono disponibile a dare qualsiasi aiuto, del resto pur avendo 26 anni possono essere annoverato tra le chiocce. Mi chiedete dove giocherò, dove vuole il mister. Sto abbastanza bene, Albarella che è un autentico mastino, mi ha massacrato... Chiudo dicendo scusate il ritardo... e già pregusto le emozioni - conclude - che proverò quando indosserò la casacca giallorossa e soprattutto quando debutterò al S. Colomba, che gioia». ANTONIO MARTONE
 

Powered by Tesseract