Imbriani: «È ripartita la nostra corsa»

E-mail Stampa PDF
Merito delle vittorie, delle novità tattiche ed anche di una certa svolta mentale, ma a poco alla volta il ”convalescente” Benevento sta riprendendo la rincorsa e soprattutto torna a convincere anche come approccio alla gara e rendimento.

È il parere anche del capitano giallorosso Carmelo Imbriani.
Fonte: Il Mattino
 
 
«È ripartita la nostra corsa - esordisce - e credo che sia anche abbastanza evidente. Faccio i dovuti scongiuri e dico che il nostro momento negativo è alle spalle. Merito del mister, della società, dell’ambiente e anche del gruppo. Abbiamo fatto un grande bagno d’umiltà, abbiamo avuto la forza di riprendere daccapo ed ora siamo pronti lì a cercare di combattere per riottenere il primo posto che crediamo di meritare, senza voler assolutamente parlare degli altri. Consentitemi anche di aprire una parentesi più che positiva verso quei compagni di squadra, poco utilizzati in passato e che alla prima occasione in cui sono stati chiamati in causa si sono fatti trovare - continua Imbriani - dimostrandosi davvero all’altezza della situazione. Davvero una cosa bella e per il futuro credo che questo Benevento riprenderà a far cantare, esultare e sognare i tifosi che devono capire che questo girone è particolarmente difficile ed equilibrato e di conseguenza accettare - conclude - anche risultati non esaltanti come accaduto in passato».


Da domenica sera, intanto, il Benevento di questa stagione, dopo quello delle sette vittorie consecutive, ha centrato un altro record, quello della difesa. Il reparto arretrato giallorosso, infatti, dalla serie A alla C2 è quello che ha incassato il minor numero di reti, soltanto 7 (in 15 gare di cui 2 su calci piazzati), insieme al Bologna in serie B che però ha una partita in meno. Si tratta di una dimostrazione eloquente della bontà dell’assetto difensivo sia a livello di singoli che di gruppo. Del resto si tratta di meriti che vanno distribuiti anche a Simonelli che nelle fasi tattiche difensive è stato sempre ”specializzato” e che dedica diverso spazio nelle sedute d’allenamento.

Rispetto alla passata stagione, questa è solo una curiosità, ci sono soltanto Landaida e Ferraro come nomi nuovi, per il resto gli uomini sono quelli della passata stagione.

Oggi pomeriggio, intanto, è prevista la ripresa della preparazione al S. Colomba, con cambio di destinazione eventualmente a Ponte nel caso in cui persista la pioggia per evitare di rovinare ulteriormente il manto erboso che già versa in condizioni disastrose. Osservato speciale sarà il brasiliano Eduardo Carloto che a Noicattaro è dovuto uscire anticipatamente per un trauma contusivo allo sciatico. Lo staff sanitario non si è pronunciato ufficialmente, ma c’è ottimismo per il suo recupero per la gara casalinga di domenica prossima contro l’Olimpia Celano, anche se adesso è prematuro fare delle previsioni.

ANTONIO MARTONE
 
 

Powered by Tesseract