Adeguato il consiglio di amministrazione del Patto Territoriale Valle del Sabato

E-mail Stampa PDF
 Valle del SabatoDa 13 i componenti passeranno a 9, ma, almeno per la parte pubblica, quella degli enti locali, non dovrà essere fatto alcun sacrifico in quanto 2 dei 7 componenti avevano già rassegnato le dimissioni.


Fonte: Il Mattino

Si tratta di Mario Cataudo, che oltretutto era il presidente, e del rappresentante del comune di S.Leucio Antonio Iannace.


La decisione dei due ha evitato sacrifici nell’ambito della cinquina, per cui resteranno i consiglieri Giacomino Fantasia, Salvatore Tranfa, Pasquale Parente, in rappresentanza del comune di Ceppaloni, Sergio Pignatiello per il comune di Arpaise e Mario Parente per la Provincia.

Per la parte degli imprenditori, restano Lucia Prencipe, che è l’amministratore delegato, Emilio Mignone, Pasquale Massaro, Antonia Francesca, Saverio Ranaudo ed Ettore Melisce.

Il consiglio ha fissato in 9 componenti la geografia del cda per cui due fra quelli attuali dovranno essere depennati.


Ricordiamo che l’adeguamento è stato imposto dalla legge finanziaria 2007, in particolare l'art. 1, comma 729, che dispone che:

«Il numero complessivo di componenti del consiglio di amministrazione delle società partecipate totalmente anche in via indiretta da enti locali, non può essere superiore a tre, ovvero a cinque per le società con capitale, interamente versato. Nelle società miste il numero massimo di componenti del consiglio di amministrazione designati dai soci pubblici locali comprendendo nel numero anche quelli eventualmente designati dalle regioni non può essere superiore a cinque».
 
 

Powered by Tesseract