Per i "Sancto Ianne" nuovi orizzonti musicali

E-mail Stampa PDF

Il terzo album dei Sancto Ianne "Mo' siente" propone un cambiamento di tendenza del gruppo di musica etnica sannita.

Pur rimanendo fortemente legato alle radici etniche dalle quali sono scaturite le precedenti espressioni discografiche, Sancto Ianne volta pagina presentando un album che, con il suono più soft, propone un ascolto più attento.

"Mo siente", dieci brani, otto scritti dal gruppo di San Giovanni di Ceppaloni, e due di autore diverso, esprime la nuova linea musicale del gruppo che, alla ritmica ossessiva e al travolgente suono delle tarantelle, sostituisce uno spazio maggiore per gli strumenti a corda ed al violino, introducendo anche strumenti nuovi per la tradizione popolare, come la chitarra elettrica.

Fonte Il Mattino

Più sottile e più sofferta la voce di Gianni Principe che, tralasciando l'orgogliosa spensieratezza e la voglia di festa tipica dei canti di festa delle aree interne meridionali, incarna il ricordo di eventi storici o di momenti particolari di un popolo, quello sannita o campano o quello di tutto il sud del mondo, che spera in un domani diverso.

"Mo' siente", come ha chiarito nel corso della presentazione dell'album lo stesso Gianni Principe, portavoce di Sancto Ianne, nasce oltre che dallo scherzoso immaginare le ire di mogli e fidanzate irritate per le lunghe tournee dei loro uomini, anche dal desiderio di raccontare nuove cose, nuovi progetti, "un nuovo modo di narrare il mondo di ieri e di oggi - ha detto Principe - in un viaggio articolato e ricco di tante sfaccettature".

La presentazione dell'album, che si è avvalsa anche della sponsorizzazione dell'assessorato alla cultura del Comune di Benevento, è stata anche l'occasione per consentire all'assessore Raffaele Del Vecchio di confermare la maggiore attenzione da parte dell'amministrazione Pepe per la musica «creando nuovi spazi destinati alle prove e alla possibilità di suonare ed ascoltare vari generi musicali, con una maggiore attenzione - ha sottolineato l'assessore alla cultura - a ciò che producono le tante forze che operano musicalmente sul territorio".

L'attenzione dell'assessore è particolarmente rivolta alle nuove produzioni anche in campo musicale, in modo da affiancare al teatro e Città Spettacolo un nuovo e maggiore spazio della musica.

"Mo' siente", oltre agli interventi dei musicisti Principe, Schettino e Coviello, è stato proposto all'ascolto con la presentazione di tre nuovi brani e di alcuni video girati in occasione della vittoria nel 2005 al Festival "Una voce per la libertà".

LUCIA LAMARQUE
 

Powered by Tesseract