Musica popolare e cabaret, ci sono i Sancto Ianne ed Enzo Fischetti

E-mail Stampa PDF

E' una due giorni che propone altrettanti spettacoli divertenti e movimentati, parliamo del programma civile predisposto a Ceppaloni per i festeggiamenti in onore della Madonna dell'Addolorata, che stasera e domani porta nel centro sannita due proposte da non perdere.

Si parte questa sera con uno dei più amati gruppi musicali del Sannio, originari di San Giovanni di Ceppaloni, si esibiranno proprio i 'Sancto Ianne', alle 20.30.

Fonte Il Sannio Quotidiano

La serata si preannuncia, dunque, un tripudio di musica popolare: tammurriate, tarantelle e fronne che rispecchiano il profondo rapporto emotivo con la propria cultura e la propria tradizione, che ha 'guidato' da sempre il gruppo nella alla ricerca delle radici musicali della propria terra.

Grazie alla passione e alla grande energia della loro musica, i Sancto Ianne hanno accumulato, in questi anni, esperienze di grande valore artistico, raccogliendo lusinghieri successi. Tanti i festival a cui hanno partecipato e diversi quelli che hanno vinto.

Tra le più recenti affermazioni del gruppo, è da ricordare quella dello scorso 24 luglio 2005 quando, con la loro canzone “Uocchie”, i Sancto Ianne hanno vinto l’ottava edizione del Concorso “Voci per la libertà – Una Canzone per Amnesty”, organizzata a Villadose (RO) in collaborazione con Amnesty International.

Del progetto fanno parte Gianni Principe: voce e castagnette, Alfonso Coviello tammorre, tamburello, darbouka, percussioni; Ciro Schettino chitarra battente, mandoloncello, fiati etnici; Antonio Pasquariello, chitarra classica e acustica, chitarra 12 corde; Sergio Napolitano fisarmonica, percussioni; Raffaele Tiseo, violino, bouzouki; Massimo Amoriello basso elettrico.

Domani, invece, i festeggiamenti propongono alle alle 20.30, l'esibizione del gruppo “I metrò in tour 2006”, e alle 22 lo spettacolo di cabaret di Enzo Fischetti da Bulldozer.

Affermato protagonista del cabaret napoletano, Enzo Fischetti trasporta nei suoi spettacoli storie vere di vita quotidiana esasperandoli all'estremo. Nei suoi monologhi racconta tutta una serie di divertentissime disavventure avvenute durante l’arbitraggio di incontri di calcio, di una serie di rapine subite nel quartiere in cui abita, dei continui litigi in famiglia tra i genitori, delle incomprensioni con i professori durante i suoi studi superiori ed universitari, dei dissidi tra i colleghi e gli assistiti del centro di salute mentale in cui lavora, dei numerosi viaggi all’estero in Thailandia, a Cuba, in Brasile, fino alle difficoltà che si incontrano nel tentativo di comprendere il dialetto napoletano risolte attraverso l’applicazione di una serie di regole grammaticali fisse. Enzo Fischetti racconta se stesso sul palco.

Nato nel 1965, si è fatto conoscere per la prima volta al grande pubblico con l'edizione ‘98 di " Sì, Parlando", rassegna annuale del cabaret napoletano, classificandosi secondo nella sezione competitiva. Da allora è stato un crescendo di riconoscimenti di pubblico e di critica. Nel 1999 è nel cartellone degli spettacoli al Tunnel, affermato locale napoletano di cabaret conosciuto a livello nazionale. Nello stesso anno ha grande successo nella commedia da lui scritta ed interpretata insieme ad altri cabarettisti napoletani "Abbiamo fatto il giallo". Fortunate le sue partecipazioni televisive a Bulldozer (Rai 2) e al Maurizio Costanzo Show (Canale 5).

(madel)
 

Powered by Tesseract