Marotti si riaffaccia tra i professionisti

E-mail Stampa PDF

Ciclismo: Il passista-scalatore sannita potrebbe esordire la prossima settimana al «Laigueglia».

Antonio ha raggiunto l'accordo col Team Indeca del team manager Simone Mori.

Il mondo del ciclismo professionistico, finalmente sta per abbracciare il sannita Antonio Marotti.

Stavolta sembra proprio che il passista-scalatore di Ceppaloni, possa realizzare il suo grande sogno dopo la deludente annata scorsa, quando il passaggio ai prof nella squadra dell'Icet non ebbe affatto fortuna.

Fonte Il Sannio Quotidiano

Stavolta c'è solo qualche pratica burocratica a frapporsi tra Marotti e l'esordio tra i big della bicicletta.

L'appuntamento per ritornare a sorridere e respirare l'aria del ciclismo che conta, potrebbe essere il Trofeo Laigueglia, la classica del ciclismo italiano che è in calendario per il prossimo 19 febbraio. Antonio Marotti ha raggiunto un accordo per gareggiare tra i professionisti con la squadra Team Indeca, formazione toscana che è guidata dal team manager Simone Mori. Una trattativa che il ciclista sannita ha seguito in prima persona, trovando alla fine piena soddisfazione per quelle che sono le sue speranze agonistiche. In questi giorni la dirigenza del Team Indeca sta mettendo a punto tutti i documenti necessari per perfezionare il tesseramento presso l'Unione Ciclistica Internazionale di Zurigo. La speranza è che tutto l'iter burocratico possa chiudersi in tempi stretti, in modo da consentire ad Antonio Marotti di essere al via del prestigioso Trofeo Laigueglia della prossima settimana.

Ma, al di là della data di ri-esordio, c'è la grande gioia del talento di Ceppaloni di poter finalmente far vedere il suo valore nel mondo del ciclismo che conta. Marotti arriva un po' tardi tra i prof, avendo 26 anni, ma ha tutto il tempo per mettersi in mostra. E sembra che nel Team Indeca il sannita abbia trovato l'ambiente ideale per valorizzare se stesso: dirigenti seri, ambiente sano e compagni di squadra validi, compreso il vicino di casa Clemente Cavaliere, l'irpino che nel 2004 ha vinto a San Giorgio del Sannio la "Coppa Papà Espedito".

Tutti ingredienti che Marotti cercava in modo particolare dopo la brutta esperienza dello scorso anno, quando dopo aver toccato con mano la realizzazione del sogno di una vita, aveva vissuto giorni terribili, con la sua squadra che è sprofondata in una crisi irreversibile, affrontata purtroppo a discapito dei ciclisti, compreso Marotti.

Antonio, una volta preso coscienza di questa situazione aveva lasciato l'Icet, sperando di trovare rapidamente una nuova possibilità per esprimersi. Son dovuti passare parecchi mesi prima che il sole tornasse a splendere lungo la strada di Marotti, ma adesso davvero sembra profilarsi per lui un futuro radioso. La sua nuova squadra, il Team Indeca, sarà protagonista di numerose gare di alto livello, sia in Italia che all'estero, ed il passista-scalatore di Ceppaloni è determinato a prendersi tutte le rivincite che merita, tornando ad essere protagonista come lo è stato nelle varie categorie giovanili e dilettantistiche. I tanti successi conquistati negli anni scorsi, come il titolo regionale juniores del 1997, il Gran Premio d'Estate di Canosa o il prestigioso Trofeo caduti monzesi riservato ai dilettanti elite under 23, meritano di essere affiancati da altre soddisfazioni, ma stavolta da conquistare nel ciclismo professionistico. Con la speranza che i sacrifici e gli sforzi che da 12 anni Antonio Marotti sta compiendo per portare avanti la sua grande passione per la bicicletta, possano trovare l'attenzione anche di qualche sponsor che possa accompagnarlo e sostenerlo nella sua carriera, qualche sponsor anche locale che leghi il suo nome a quello del passista scalatore sannita che tanto assomiglia a Marco Pantani.

 

Powered by Tesseract