Comunicato stampa: Cittadinanza Attiva chiede l'annullamento del bando di concorso per Istruttore Direttivo Informatico ed annuncia ricorsi.

E-mail Stampa PDF

COMUNICATO STAMPA: Cittadinanza Attiva Ceppaloni

"Cittadinanza Attiva chiede l'annullamento del bando di concorso per
Istruttore Direttivo Informatico ed annuncia ricorsi.

E' stato pubblicato sul sito del Comune di Ceppalonil'avviso di
mobilità volontaria e contemporaneamente l'avviso di selezione
pubblica per la copertura di un posto di lavoro a tempo indeterminato
parziale peristruttore direttivo informatico.


Come ricorderete, qualche mese fa, in seguito alle nostre
segnalazioni, era stato annullato l'illegittimo provvedimento col
quale il Comune aveva stabilito di trasformare a tempo indeterminato
il contratto di formazione e lavoro per la stessa figura professionale
ricoperta dal Dott. Giuseppe Varricchio, il quale in violazione della
normativa in materia, veniva nominato lo stesso ai sensi dell'art. 110
TUEL.

Rimediare ad un errore con un errore, è un errore!

Purtroppo anche questa volta non possiamo esimerci dal rivelare una
serie di illegittimità del nuovo avviso di selezione pubblica,
nonostante l'ente, probabilmente perevitare errori, abbia anche
nominato una nuova figura del Responsabile del procedimento.

Innanzitutto la stravaganza per cui è stato pubblicato
contemporaneamente l'avviso di mobilità e quello di selezione
pubblica; logica (prima che rispetto normativo)avrebbe voluto che solo
dopo l'eventuale inutile esperimento della mobilità volontaria fosse
stato pubblicato l'avviso di selezione pubblica, evitando, cosi di
arrecare eventuali danni e sostenere spese inutili.


Tanto pagano i cittadini!!!

Probabilmente i tempi erano troppo stretti vista l'imminenza delle
prossime lezioni amministrative e la coscienza degli amministratori
imponeva loro di non lasciare il Comune senza questa vitale figura
professionale.

Ma il dato più importante è che nonostante al concorso sia possibile
accedere soltanto con lauree in informatica ed equiparate, si richiede
come ulteriore requisito almeno la conoscenza dell'uso delle
apparecchiature e delle applicazioni informatiche più diffuse. Insomma
è sufficiente riuscire a scrivere sulla tastiera con un dito solo;
eppure eravamo convinti che un laureato in informatica dovesse
possedere un uso approfondito di tali applicazioni.

Mentre tale aspetto ci fa solo riflettere sulla disinvoltura con cui
vengono indette tali importantissime procedure, ciò che ci lascia
sgomenti è il fatto che le prove verteranno su argomenti del tutto
estranei, se non per qualche marginale aspetto, alla figura da dovere
ricoprire???.

Principalmente materie di diritto, praticamente identiche a quelle
previste per il concorso per vicesegretario, già indetto dal Comune di
Ceppaloni. D'altronde basta scorrere qualche bando di altri enti
locali per istruttore direttivo informatico per comprendere che le
materie oggetto di esame sono nettamente diverse da quelle oggetto del
concorso che ci occupa e chiaramente centrate sulla conoscenza
approfondita di argomenti attinenti all'informatica (es.: algoritmi di
crittografia, sistematica dei database, strumenti per la creazione di
siti web ecc.)

A questo punto due sono le alternative: o hanno errato nell'indicare
la figura professionale ricercata ed allora i titoli richiesti per
l'accesso alla procedura sono illegittimi ovvero hanno errato
nell'indicare le prove da sostenere, in quanto le stesse come
normativamente previsto sono volte a valutare le competenze possedute
dai candidati in relazione alla figura professionale da assumere (per
fare un esempio più lampante è come se in un concorso per accedere
alla figura di funzionario tecnico si chiedesse agli Ingegneri di
sostenere prove riguardanti la redazione del bilancio).

In entrambi i casi il bando di concorso è nullo e/o illegittimo, in
quanto irrazionale ed illogico; in tal senso, relativamente a casi
simili e meno gravi (quello che stiamo trattando è senza precedenti,
mai nessuno aveva osato tanto) si è già espressa la giurisprudenza
amministrativa.

Ma le illegittimità non finiscono mica qui. Il bando pubblicato
prevede una sola prova scritta. Ebbene, la normativa in materia, tra
l'altro chiarissima, prevede per i concorsi per figure di funzionario
almeno due prove scritte, a pena di nullità.

Invitiamo, comunque, il Comune e in particolare il responsabile del
procedimento all'immediato annullamento del bando pubblicato, anche
per le altre illegittimità, che saranno espresse eventualmente nelle
opportune sedi.

Noi provvederemo immediatamente ad inviare lo stesso alle Autorità
competenti nazionali e, in caso di mancato annullamento in autotutela,
eventualmente ad agire anche innanzi alle Autorità giudiziarie.

Ci si augura che, ove mai, l'ente dovesse riuscire ad indire un
concorso in maniera corretta, possa vincere effettivamente il
candidato più meritevole e saremmo davvero contenti se questi
appartenesse alla nostra Comunità.

Infine, e atteso l'argomento connesso, ci chiediamo perché non venga
data esecuzione alla mobilità obbligatoria per quanto riguarda la
figura di autista da ricoprire; invero, al relativo avviso è stata
data risposta positiva da alcune figure in possesso di tutti i
requisiti richiesti. Vigileremo anche su tale questione."

Cittadinanza Attiva Ceppaloni

 

 

Powered by Tesseract