Emergenza idrica, Cataudo ed altri sindaci ricevuti in Prefettura

E-mail Stampa PDF

Cataudo, già ieri, scriveva che “lo scorso 30 luglio, la Giunta comunale di Ceppaloni ha adottato un atto di indirizzo propedeutico alla fuoriuscita del medesimo dalla Società Alto Calore, non solo a causa della insufficiente erogazione idrica, ma anche per la incapacità gestionale mostrata in questa emergenza”.

Alla fine, “la tanto sospirata telefonata da parte della Prefettura di Benevento è arrivata – scrive nuovamente il sindaco di Ceppaloni – volta a concordare un incontro con il sottoscritto ed i colleghi Sindaci dei Comuni di Apollosa, Arpaise e San Leucio del Sannio onde poter discutere della grave emergenza idrica che sta interessando ormai da numerose settimane le nostre comunità, ed esaminare possibili interventi risolutivi o, quantomeno, migliorativi considerate, tra l’altro, la pessime performance gestionali della società Alto Calore”.

“L’incontro con il Prefetto – precisa – nella persona della De Feo, si è tenuto già stamane alle ore 11,00 alla presenza del sottoscritto e dei colleghi sindaci di Apollosa, Arpaise e San Leucio del Sannio”.

 

“Sono stati esposti, da parte di noi amministratori, i gravi disagi che la popolazione sta sopportando e le preoccupazioni circa i probabili sviluppi di natura igienico-sanitaria che la carenza di somministrazione idrica può determinare. Istanze attentamente esaminate dall’organo periferico di governo che ha mostrato uno spiccato spirito collaborativo oltre che solidale. La De Feo – aggiunge Cataudo – già telefonicamente ha allertato la società Alto Calore per quanto innanzi esposto, impegnandosi con i sottoscritti ad inoltrare alla società stessa formale invito per una maggiora erogazione idrica nonché l’invito ad una gestione più accurata e razionale delle risorse idriche onde venire incontro alle esigenze dell’intera popolazione delle nostre comunità”.

 

“L’auspicio del sottoscritto e dei colleghi Sindaci presenti all’incontro – ha concluso Cataudo – è che l’impegno e la collaborazione mostrati dalla De Feo si tramutino, nel più breve tempo possibile, in interventi concreti volti anche a prevenire il reiterarsi di tali situazioni”.

Fonte: Il Quaderno

 

Powered by Tesseract