Commozione e partecipazione alla messa di Imbriani

E-mail Stampa PDF

Messa per CarmeloCommozione, partecipazione. Tanta. La chiesa di San Giovanni di Ceppaloni ha riunito in un grande ricordo Carmelo Imbriani, scomparso il 15 febbraio del 2013. A distanza di un anno, la sua famiglia, i suoi amici, i suoi ex compagni di squadra hanno preso parte alla Santa Messa in suffragio dell’ex calciatore.

Una ferita ancora aperte. Un dolore che non si potrà rimarginare tanto facilmente perché l’assenza di Carmelo è ovunque. Si dice che Dio prenda con sé i più giovani perché ha bisogno di angeli, e in fondo a noi piace pensarla così. Perché il ragazzo di San Giovanni di Ceppaloni si è fatto amare e apprezzare da chi ha avuto la fortuna di conoscerlo.

“Carmelo continuerà a vivere fino a quando avrà un posto nei nostri cuori”. E’ il messaggio del parroco, la preghiera che dovrà infondere un po’ di pace alla mamma Concetta, al papà Fernando, alla moglie Valeria, al fratello Giampaolo e alla sorella Diamante circondati dall’affetto dei propri cari. Erano presenti anche l’amico storico Carmine Cerchia, i suoi ex compagni Emanuele D’Anna e Felice Evacuo accompagnato da Tonino Loschiavo, non poteva mancare una delegazione della Curva Sud.

 

Commoventi le letture dei bambini del paese che hanno portato sull’altare tre doni: un pallone simbolo del calcio, quello sport che Carmelo Imbriani ha praticato con passione ed onestà, una bandiera giallorossa che testimonia l’attaccamento alla sua terra e la maglia che raffigura la sua immagine dopo uno dei gol più importanti della sua carriera. Un’immagine di gioia, di esultanza, perché Carmelo dovrà essere ricordato con la sua solita allegria. Con quel sorriso che apparteneva ad un uomo sincero e umile.

 

Fonte: ottopagine.net

 

Powered by Tesseract