L’FB Ceppaloni si regala una notte magica a San Nicola la Strada

E-mail Stampa PDF

Gettando il cuore oltre l’ostacolo l’FB Ceppaloni è riuscito a strappare la qualificazione alla semifinale della Coppa Campania di calcio a 5. Nella gara di ritorno contro lo Spartak San Nicola la Strada gli uomini del Presidente Fortunato Farese hanno trionfato passando per la lotteria dei rigori. La situazione in casa sannita non era delle migliori. Negli ultimi giorni è successo di tutto: prima è arrivata la forzata sosta ai box di capitan Iannace, poi la sconfitta di San Nazzaro e il conseguente cambio in panchina dove si è seduto il direttore generale Angelo Sabatino.

Inoltre, nella trasferta casertana la squadra ospite ha dovuto fare a meno anche di Mirko Federici, assente per motivi di lavoro, mentre Giorgio Zollo ha stretto i denti nonostante una caviglia in disordine e ha provato a dare comunque il suo contributo alla squadra giocando una manciata di minuti. Fortunatamente per i sanniti nelle ultime era arrivata la firma di Matteo Varricchio, ex capitano della Berretti del Benevento Calcio allenata dal compianto Carmelo Imbriani, che lo scorso anno ha giocato sei mesi in serie C2 con il Vallé D’Aosta del Presidente sannita Filippo Filipella.

 

Lo Spartak è partito subito con il piede sull’acceleratore. Gli uomini del diggì Sabatino hanno stretto i denti provando a pungere in contropiede, e per poco non sono passati in vantaggio con una conclusione di Andrea Mariano che ha colpito il palo. Al 13’, però, i padroni di casa hanno sbloccato il risultato portandosi sull’1 a 0. La reazione sannita non si è fatta attendere. Sabatino ha buttato nella mischia il “poeta del gol” Gabriele Luongo che con un bel destro ha riportato i suoi in parità. Da quel punto in poi il match è stata una grande battaglia. Gli uomini di mister De Liso hanno dimostrato di essere una grande squadra creando diverse occasioni da reti sventate in maniera impeccabile da un grande Donato Biele che ha portato i suoi al riposo sul risultato di 1-1.

 

Dopo il 5 a 2 della gara d’andata, rimontare tre reti non era facile per lo Spartak. Ma i casertani erano in grande serata. Nella ripresa sono partiti fortissimo trovando la rete del 2 a 1 al 3’. Il Ceppaloni però non si è perso d’animo. La dea bendata ha premiato gli uomini di Sabatino che sono riusciti a pervenire al pareggio grazie ad una incredibile incomprensione del portiere di casa con un compagno che su un rinvio lungo ha spedito la sfera in rete. Il 2 a 2 però non ha placato la voglia di rimonta dello Spartak che tra i 10’ e il 13’ è andato in rete per ben due volte portandosi sul 4 a 2. In quel momento il Ceppaloni ha vacillato ma è rimasto in piedi difendendo in maniera impeccabile e creando anche due grandi occasioni da rete di cui una con Matteo Varricchio, che dopo aver saltato due uomini ha colpito un clamoroso palo. Nel finale mister De Liso ha provato la carta del portiere di movimento e proprio allo scadere è arrivato il gol del 5 a 2 che ha prolungato la sfida ai calci di rigore. La lotteria dei rigori ha regalato emozioni incredibili. Hanno segnato Mariano e Varricchio in casa Ceppaloni, ma sul 2 a 2 Pisani si è fatto ipnotizzare dal portiere casertano. Biele però ha rimesso in corsa i suoi con una grande parata che ha lasciato il risultato invariato. Successivamente sono andati a segno anche Lungo, Arigliani e due uomini di casa. Sul 4 a 4 la sfida è andata ad oltranza. Sulla sponda ceppalonese a prendersi la responsabilità del sesto tiro è stato capitan Andrea Bosco, professione portiere, che dopo essere stato seduto per tutta la sfida in panchina ha realizzato in maniera impeccabile il calcio di rigore. Lo Spartak ha pareggiato ancora (5-5), mentre Civerra ha fallito il rigore successivo parato dall’ottimo portiere della squadra di casa.

Il primo match point è capitano sui piedi degli uomini di De Lisi che hanno sprecato una ghiotta occasione calciando fuori. Il Ceppaloni a quel punto ha mandato dal dischetto il giovanissimo ceppalonese Marco Calabrese – tornato in squadra grazie ad un prezioso lavoro della società, che intende valorizzare i giovani del posto-. Calabrese non si è fatto prendere dall’emozione e ha realizzato il suo calcio di rigore (6-5). Lo Spartak non ha fallito restando in corsa grazie ad una perfetta realizzazione del suo estremo difensore (6-6). Gli ospiti, però, hanno trovato la rete del 7 a 6 con il portiere Donato Biele che con una fucilata ha battuto l’estremo difensore della compagine di casa. Biele è diventato subito dopo l’eroe della serata grazie alla grande parata sul calcio di rigore che ha dato il via alla festa del Ceppaloni, che si è preso col cuore una grande qualificazione alle semifinali della competizione regionale. Grande soddisfazione in casa sannita per il Presidente Fortunato Farese, il suo vice Luca Barone, il direttore generale Angelo Sabatino e il direttore sportivo Gianni Testa che hanno visto diventare realtà uno storico passaggio di turno figlio anche di una grande gara d’andata e del prezioso lavoro svolto nei primi mesi da mister Iuorio e dal suo staff. A fine partita proprio il massimo dirigente dell’FB Ceppaloni, Fortunato Farese, ha voluto ringraziare i suoi ragazzi.

“Ci hanno regalato una grande emozione uscendo vincitori dalla lotteria dei rigori. Tenevamo molto al passaggio del turno, perché una società giovane come la nostra ha bisogno di confrontarsi anche con squadre di questo calibro per fare esperienza. Ora, però, dobbiamo immediatamente spostare l’attenzione sul campionato dove bisogna assolutamente tornare alla vittoria”.

Questa vittoria ha una dedica speciale, spiega il massimo dirigente. “Tutta la squadra vuole dedicare l’approdo in semifinale al nostro capitano Marco Iannace che è attualmente ricoverato in ospedale. Lui rappresenta una grande risorsa per noi, siamo sicuri che riuscirà a risolvere presto i suoi problemi per tornare a dare una mano alla sua squadra”. Insomma, quella di San Nicola la Strada è stata proprio una notte magica per tutto l’ambizioso FB Ceppaloni.

Fonte: ottopagine.net

 

Powered by Tesseract