Strada provinciale, avviati i lavori

E-mail Stampa PDF

Strada san giovaanniAvviati i lavori di ripristino della strada provinciale ‘Ciardelli’. L’opera di manutenzione interessa un’arteria di particolare rilievo per il territorio e per i collegamenti col capoluogo e con il comune di Arpaise. La tratta risultata disseminata da buche di una certa profondità già da questo inverno, ma per l’avvio del ripristino si è dovuto attendere alcuni mesi. L’ingegnere Valentino Melillo, dirigente del settore Infrastrutture e Viabilità della provincia di Benevento, spiega che appena si è presentata la necessità di intervenire sul manto stradale “abbiamo provveduto al progetto e alla sua approvazione, per poi passare alla predisposizione del bando che ha portato all’affidamento dei lavori alla ditta attualmente incaricata”. Dunque un’attesa dovuta allo svolgersi dei tempi burocratici.

“Al momento dell’avvio dei lavori – spiega il dirigente del settore – è emersa un’ostruzione alla rete fognaria, problema sul quale è intervenuto il comune che proprio in questi giorni sta sostituendo un tratto di rete che attraversa quella zona”.

 

Per eseguire il recupero della rete la strada è attualmente chiusa al traffico almeno “per una ventina di giorni, finché non si concluderanno i lavori di competenza comunale”. Per chi da Arpaise deve raggiungere Benevento il traffico è stato deviato presso Casalpetri, invece da San Giovanni la deviazione conduce verso via Paradisi. Melillo assicura che “appena conclusi questi lavori si adotterà il senso unico alternato che rimarrà fino alla conclusione del recupero della strada”. Gli interventi operati sulla provinciale ‘Ciardelli’ però non prevedono solo il risanamento delle buche ma anche “la realizzazione di una rotatoria nel bivio tra Ceppaloni e Arpaise”.

 

L’isola spartitraffico si sostituirà allo stop collocato sulla strada che immette dal capoluogo. Altro intervento previsto è l’ampliamento di un tratto attraverso “l’abbattimento di un rudere posto in prossimità di una curva”. Sui tempi previsti per la consegna dell’opera il dirigente spiega che “contrattualmente l’opera dovrebbe concludersi entro tre mesi e mezzo”.

Dunque salvo imprevisti, il cantiere dovrebbe chiudersi entro il prossimo novembre.

Fonte: ottopagine.net

 

Powered by Tesseract