Beltiglio, festeggiata la "Giornata dell'Emigrante". Erminia Mazzoni: "Le priorità sono lavoro e giovani"

E-mail Stampa PDF

Giornata dell'emigranteUna festa per ricordare l'emigrazione italiana che ha interessato la nazione e in particolar modo il Mezzogiorno nel XIX e XX secolo. Un fenomeno nato dalla voglia di riscatto di intere fasce di popolazione, partite dall'Italia in cerca di un avvenire migliore.

Le associazioni Ecoitalia e Asmef hanno organizzato al ristorante la Rete di Beltiglio di Ceppaloni la Giornata dell'Emigrante. Un modo per celebrare non solo chi ha lasciato lo Stivale nel corso degli anni, ma anche per proporre idee nuove che favoriscano lo sviluppo del lavoro giovanile in Italia e in particolare nel sud del Paese.

“Giunta ormai all'ottava edizione, la manifestazione – ha commentato Salvo Iavarone, presidente dell' Asmef – rappresenta non solo un momento di riflessione per la storia dell'emigrazione italiana, ma anche un punto di partenza per le nuove generazioni”.

 

Tra i rappresentanti istituzionali che hanno partecipato all'evento l'europarlamentare Erminia Mazzoni.

“Sono contenta di aiutare a promuovere queste iniziative - ha spiegato la Mazzoni – visto anche il delicato momento economico che attraversa il nostro Paese. C'è bisogno – ha proseguito l'europarlamentare - di un'intesa sociale per fare rete e creare occupazione per le nuove generazioni”.

 

Un problema che non coinvolge solo l'Italia, ma anche il resto d'Europa e del quale Bruxelles si sta già impegnando a risolvere.

Fonte: ntr24.tv

 

Powered by Tesseract