Parente: “Strade e servizi, ecco i progetti”

E-mail Stampa PDF

Capogruppo in maggioranza nella scorsa amministrazione e consigliere riconfermato da un consenso di 186 voti alle ultime elezioni, Domenico Parente lascia un suo commento sul risultato elettorale conseguito e sui progetti che intende promuovere nei prossimi cinque anni.

«Sono soddisfattissimo del consenso ricevuto, le preferenze accordatemi sono più che raddoppiate rispetto a cinque anni fa, non posso che esserne contento. Un po’ mi stupisce che tanti voti dei cittadini di Beltiglio siano stati convogliati su candidati di altre realtà territoriali», ed in merito spiega: «Nella composizione della lista si è tenuto conto del principio della rappresentanza territoriale, nel voto effettivo non è stato così. Il motivo potrebbe essere che nella scorsa amministrazione non ricoprivo la carica di assessore e quindi ero un po’ in ombra. Chi invece ha avuto questi incarichi ne ha tratto una maggiore visibilità. È questo il caso di Ettore De Blasio», sul cui ‘record’ dichiara «il boom di preferenze a lui tributate in parte è dovuto al fatto che ricopriva la carica di vicesindaco e di assessore ai lavori pubblici. Degli incarichi che ti rendono più vicino alla cittadinanza. Ma tutte le opere realizzate sono frutto di un lavoro di squadra. Condivido e apprezzo la dichiarazione rilasciata da De Blasio che ha precisato come qualunque lavoro svolto in questi cinque anni sia il frutto della collaborazione di tutti gli esponenti della maggioranza. I non addetti ai lavori, non conoscono le dinamiche dell’operato amministrativo. Credono che il merito di un’iniziativa sia solo dell’assessore competente. Un problema di disinformazione quindi, ma avremo modo di spiegarlo alla cittadinanza».

Per quanto attiene invece all’azione amministrativa, Parente ha già elaborato delle idee che intende concretizzare nei prossimi anni.

 

«Come avevo già anticipato nel comizio di apertura della campagna elettorale ho in mente tre progetti: creare a Beltiglio una struttura ricettiva, un punto di incontro per i bambini e la metanizzazione della località Trocchia-Petrara». Il consigliere spiega che «Beltiglio è completamente sprovvisto di una struttura ricettiva di servizi, bisogna creare uno spazio di aggregazione».

 

Stesso discorso vale per il tempo libero dei bambini «sono costretti a spostarsi nei paesi limitrofi, il ché non è un male, ma sarebbe opportuno che avessero la possibilità di stare nel proprio paese». Infine sul collegamento dell’utenza ‘metano’ nella località Trocchia-Petrara, Parente aggiunge: «E’ una zona popolata da famiglie, quindi c’è l’assoluta necessità di provvedere all’inserimento di questo servizio». Ma tra i progetti del consigliere rientra anche il completamento di due strade di collegamento previste dal Puc «porteremo a termine la bretella di congiungimento tra via Giovanni Parente e la zona del cimitero», un’idea di cui ricorda: «Questa è un’opera cominciata da me durante l’amministrazione Rossi. Procurai i primi finanziamenti. È di vitale importanza perché ha ridato vita alla zona». Oltre a questo percorso di congiungimento Parente intende portare a compimento anche «la bretella che congiunge Piazza Umberto I a Trocchia bypassando Via Catalani, che è una strada di difficile percorribilità». Queste alcune delle idee espresse da cui la neo-rieletta amministrazione avvierà il suo secondo mandato.

Fonte: ottopagine.net

 

Powered by Tesseract