Imbriani, ad un mese dalla morte, la messa in ricordo del capitano a S. Giovanni Ceppaloni

E-mail Stampa PDF

Chiesa San Giovanni di CeppaloniDomani venerdì 15 marzo sarà trascorso già un mese dalla tragica e prematura scomparsa di Carmelo Imbriani.

Il capitano, il gladiatore. Sembra tutto strano, impossibile che lui se ne sia andato e che siano passati già questi giorni perché è come se la sua presenza si avvertisse ancora, ovunque.

Ecco “Imbriani non mollare” è quanto mai attuale e sicuramente questa considerazione rende ancora più emblematica la “grandezza” del game boy di San Giovanni Ceppaloni. Tantissime le iniziative anche di questi trenta giorni dei familiari, dei tifosi, degli ex compagni di squadra.

In questa ottica c’è da annoverare la raccolta fondi per il comitato per la vita “Daniele Chianelli” di Perugia che sta avendo un grande successo e prevede proprio sabato l’invio della somma più sostanziosa raccolta tra amici e nel suo paese.

 

A tal proposito pare che sia ufficiale che una stanza della struttura che riceve familiari di ammalati di leucemia, sia intitolata a lui. Si tratterà di quella dove sono depositati i giocattoli per i bimbi.

Domani sera alle ore 17.30 nella chiesa parrocchiale di San Giovanni Battista a San Giovanni Ceppaloni sarà celebrata la messa in suffragio. Sarà un momento di riflessione, ma anche per ritrovarsi idealmente intorno a lui ed agli stessi familiari ad iniziare dalla moglie Valeria che ha affidato ad un messaggio su facebook la sua gratitudine: “So quello che state facendo, vi ringrazio a tutti” .

 

 

Proprio la mobilitazione spontanea della gente è sicuramente una delle note più toccanti del dramma di Carmelo Imbriani

Articolo di Antonio Martone

Fonte: ottopagine.net

 

Powered by Tesseract