Progetti per l’infanzia: “Parola ai cittadini”

E-mail Stampa PDF

Comune di CeppaloniPer il secondo anno consecutivo la Giunta comunale di Ceppaloni ha deliberato per l’anno 2013, lo schema di convenzione con il ‘Banco delle opere di carità’ e l’associazione di volontariato ‘Centro di solidarietà Giovanni Paolo II’. Atto che sancisce la prosecuzione fattiva degli interventi del Comune nell’ambito del progetto denominato «Lotta alla povertà». Entrambe le organizzazioni si occupano dell’assistenza economica delle famiglie indigenti e come spiega Angela De Luca, consigliere delegato alle Politiche per l’Infanzia e per la famiglia: «Questa è una di quelle iniziative che abbiamo particolarmente a cuore; in questo forte momento di recessione molte famiglie davvero non sanno come acquistare prodotti di genere alimentare e quindi garantire loro ciò che serve per la sussistenza quotidiana è una nostra priorità».

 

Il contributo consiste nell’elargizione di pacchi di prodotti alimentari «selezionati e garantiti» che giungeranno alle famiglie assegnatarie una volta al mese. «Le domande per la richiesta di questo tipo di assistenza sono state raccolte fino a metà gennaio, dopodiché è stata fatta una selezione tra i richiedenti. Tra questi abbiamo privilegiato le famiglie con i bambini e gli anziani» che notoriamente appartengono alle fasce sociali più deboli. «Ma quest’anno – aggiunge De Luca – nonostante siano state semplicemente confermate le richieste dell’anno scorso, l’amministrazione ha cercato di acuire i fondi e di estendere gli aiuti anche ad altre famiglie; il problema dell’indigenza richiede tutto l’impegno possibile».

 

Inoltre, il consigliere anticipa: «Il dieci febbraio tutti i cittadini saranno chiamati a votare su una serie di iniziative riguardo i bambini. La proposta che verrà maggiormente votata sarà inserita in un progetto ad hoc a cura del Comune».

Sarà chiesto ai cittadini, quindi, di scegliere uno tra gli interventi destinati ai bambini che ritengono più necessario, tra le proposte ci saranno «l’educazione alla tolleranza e al rispetto verso gli altri, la tutela dell’ambiente e le forme di prevenzione verso la violenza».

L’idea che verrà maggiormente votata sarà materia di un progetto finalizzato alla sua esecuzione e di cui si occuperà l’amministrazione. L’obiettivo è di contribuire all’educazione e alla sensibilizzazione dei più piccoli verso problematiche poste in essere dalla società attuale.

«Nei prossimi giorni – conclude De Luca – daremo alla comunità indicazioni più precise su dove si svolgeranno le votazioni. Quel che tengo a precisare è che saranno svolte con assoluto rigore, quindi è importante che intervengano in molti in modo che il risultato rispecchi esattamente la volontà della cittadinanza».

Fonte: ottopagine.net

 

Powered by Tesseract