Unicef Benevento: Il 20 novembre ‘Io come Tu’ contro le discriminazioni

E-mail Stampa PDF

“Io come Tu” contro ogni discriminazione è il titolo dell’incontro organizzato dal Comitato provinciale Unicef di Benevento nella Giornata Nazionale dei Diritti dell’Infanzia che si terrà martedì 20 novembre, alle 10, all’Auditorium G. Vergineo del Museo del Sannio e che gode del patrocinio dell’Amministrazione Provinciale.

 

 

Nutrito il programma della giornata alla quale interverranno Fausto Pepe, sindaco di Benevento, Aniello Cimitile, Presidente della Provincia di Benevento, Ennio Blasco, Prefetto di Benevento, Angelo Francesco Marcucci, dirigente dell’UST Benevento e Carmen Maffeo, presidente provinciale Unicef.

I lavori saranno aperti dal coro Unicef “Si…fa…Musica” diretto dal Maestro Dina Camerlengo e a seguire le relazioni sul tema “L’Onu sul territorio: Unesco e Unicef per la formazione delle nuove generazioni“ a cura di Carmen Maffeo e di Paola Cerere, “Facce d’Italia“, condizione prospettive dei minori di origine straniera in base al Rapporto Unicef presentato dai Sindaci difensori dell’Infanzia e “Latestimonianza dei ragazzi”, Giovani younicef e Sindaci junior a cura di Elide Apice.

Inoltre, accogliendo il progetto Unicef “Città Amica dei Ragazzi” e riconoscendo che la Convenzione sui Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza sancisce che gli Stati parte devono rispettare e garantire i diritti stabiliti per ciascun minore sotto la loro giurisdizione, i sindaci di Apice, Benevento, Ceppaloni, Dugenta, San Giorgio del Sannio, San Marco dei Cavoti, San Nicola Manfredi conferiranno la cittadinanza onoraria ai minori stranieri del proprio territorio.

“Spesso si ha l’impressione – ha dichiarato Carmen Maffeo - che, nonostante tutti gli sforzi, niente cambi e sempre più ci si accanisca contro i bambini, sfogando sulla loro innocenza rabbia e frustrazione, abusi, soprusi e ritorsioni. A questo punto però, la giornata Nazionale dei Diritti dell’Infanzia, acquista un valore ancora più forte e impone di continuare a richiamare tutti al rispetto dei Diritti dell’Infanzia e a ciò che eticamente, moralmente, socialmente essi rappresentano”.

Fonte: Il Quaderno

 

Powered by Tesseract